Le ricette di Nonno Ciro

Ricette di nonno Ciro – VIII- Capatella fritta

 

In questo periodo c’e tutto il”novellame” del pesce che è proibito vendere sui banchi del pesce perchè di piccolissime dimensioni ma spesso i pescatori invece di ributtarle a mare anche se morte le portano in banchina e li si possono trovare nelle cassettine di “mazzama”. Cosa sono le agostinelle o capatella sono piccole triglie buone fritte . Una volta acquistate a casa si lavano con acqua leggermente salata, non vanno pulite ma devono restare intere. Si prepara una miscela di farina e polenta istantanea, meta farina meta polenta si mescola e si prepara per accogliere le piccole triglie .Si porta una pentola per friggere sul fuoco e si fa scaldare l’olio , quando è caldo pronto per ricevere il vostro fritto, per vedere se l’olio è a temperatura immergete un cucchiaio di legno ed appena vedete che si formano delle bollicine l’olio è pronto. togliete le triglie e passatele con una scolapasta o setaccio a maglie larghe in modo da espellere la farina in eccesso e le immergete nell’olio caldo e le friggete sono pronte quando tutte le triglie vengono a galla e diminuiscono le bollicine e sono di un bel colore non bruciate, aiutandovi con una paletta per fritti le togliete dall’olio e le mettete su carta assorbente in modo da espellere l’olio in eccesso, Una volta terminata la cottura ci mettete un po di sale marino e le portate a tavola accompagnate da un buona insalatina o misticanza fresca è normale che tutto deve essere accompagnata da un buon bicchiere di vino preferite i vini locali ne abbiamo tanti e tutti ottimi che si sposano bene con questi piatti e buon’appetito. Mi dimenticavo una cosa le triglie si prendono dalla coda e si mangia tutto, sono ottime per questo. Spero di esservi stato utile un abbraccio vostro Nonno Ciro

I più letti

Giornale on-line dell'associazione culturale 00042
Registrazione N° 15/2014 decreto del 22/12/2014
Siti dell'associazione: 00042 --- Shingle22J

To Top