Città

Porto, attacchi a raffica della microcriminalità

Sembrava un episodio sporadico quello del furto di un motore fuoribordo ai danni di un diportista nello specchio d’acqua della piccola pesca ma stanotte nel porto  c’è stato un vero e proprio raid di ladri che hanno preso di mira le imbarcazioni. Rubati strumenti indispensabili per lavorare a pescatori anziati, un ecoscandaglio ed una radio di bordo (vhf), nel pomeriggio sfiorata la rissa con un extracomunitario, senza documenti regolari e già arrestato più volte sul territorio perché secondo i pescatori uno dei responsabili. Danni anche alla Capodanzio SPA che denuncia un furto di tender con motore elettrico, macchinetta del caffè elettrica e stampante su una barca a vela non distante da dove è stato compiuto il furto ai pescatori. Purtroppo nonostante le molte telecamere sul molo del diporto proprio quell’angolo dove sono stati compiuti i furti non era coperto dalle riprese, oggi è stata montata l’ultima telecamera già prevista. Anche il nuovo negozio all’angolo tra Corso del Popolo e Riviera Zanardelli (ex tabaccheria) è stato danneggiato senza però aver prelevato nulla dal suo interno perché l’attività stagionale ora è chiusa.

Un dejavu rivissuto decine di volte, una vera giungla dove i furti in centro passano dai negozianti al porto e potrebbe succedere di tutto visto che polizia e carabinieri, ormai decentrati, non riescono o non possono garantire la sicurezza delle attività.

L’amministrazione è latitante.

I più letti

Giornale on-line dell'associazione culturale 00042
Registrazione N° 15/2014 decreto del 22/12/2014
Siti dell'associazione: 00042 --- Shingle22J

To Top