VERSO LA CONCLUSIONE LA TERZA RASSEGNA TEATRALE DI LAVINIO

VERSO LA CONCLUSIONE LA TERZA RASSEGNA TEATRALE DI LAVINIO

Dopo un mese e mezzo di spettacoli, chiude ‘Ridendo… sotto le stelle’ – Dopo la serata di alto spessore, quella che ha visto la performance di Jacopo De Santis ne ‘Il grigio’, la Rassegna teatrale ‘Ridendo… sotto le stelle’ si avvia alla conclusione con le due serate ‘agostine’ dei sabato 4 e 11, che avranno come protagoniste le due Compagnie teatrali che, in qualche modo, organizzano la manifestazione: l’Arte Nativa di Ardea e il Gruppo Teatrale In Cielo… e in terra di Anzio.

Si diceva dello spettacolo del 27 luglio, che ha visto la bellissima prova del 31enne patavino Jacopo De Santis che dall’alto della sua ‘maestria’, ha saputo reggere da solo uno spettacolo di due ore, nato dall’intuizione di Giorgio Gaber, che racconta le vicende da ‘cacciatore di topi’ di un 45enne in piena crisi esistenziale; il topo, o per meglio dire, la sua presenza simbolica, diventa l’elemento scatenante che gli rimescola dentro tutti i dubbi,  le contraddizioni,  i suoi errori,  le sue mancanze, tutti i punti oscuri della sua vita, fino ad un delirio contro se stesso e contro il mondo.

Nel momento in cui il protagonista riesce ad accettare, seppur con grande fatica, “Il Grigio”, cioè quella parte negativa dentro l’anima di ognuno, il protagonista riesce a trovare la comprensione e quindi a guardare l’umanità e di conseguenza se stesso in modo diverso.

Bellissimo e apprezzato da tutti i presenti, il ‘dialogo’ (posto alla fine dello spettacolo)  che l’uomo fa con Dio, un ‘pezzo’ di alta scuola teatrale e recitativa, che trova ancor maggior risalto nel fatto che a scriverlo è stato un ateo dichiarato come Gaber.

Peccato per la presenza nel parterre di un pubblico minore, nella quantità, rispetto alle altre serate che hanno sempre fatto registrare un ‘tutto esaurito’, ma si sa…  portare ad Anzio la cultura con la ‘C’ maiuscola, è sempre difficile, ma come dice il detto: ‘gli assenti  hanno sempre torto’.

Si diceva degli ultimi due spettacoli; quello di sabato 4 agosto (ore 21:00) vede ‘Arte Nativa, sotto la direzione di Michelangelo Pastore, che presenterà ‘Quando il gatto non c’e…’ del duo britannico Johnny Mortimer e Brian Cooke, i cui protagonisti sono gli stessi della vecchia serie televisiva britannica degli anni ’70  ‘George & Mildred’ La commedia è incentrata sull’ordinaria mediocrità della vita di coppia dei due coniugi protagonisti costretti a dover ospitare, forzatamente, la sorella di lei, convinta che suo marito la stia tradendo con un’altra donna.

   

Da qui una serie di situazioni comiche che culmineranno quando le due sorelle decideranno di fare un viaggio a Parigi, lasciando i loro uomini soli per qualche giorno…

A conclusione della rassegna, sabato 11 agosto, il Gruppo Teatrale ‘In cielo… e in terra’ presenterà  ‘Colpo grosso in via Leonina’, un giallo ‘maccheronico’ di Maurizio D’Eramo che ne curerà anche la regia.

Il portiere del condominio di Via Leonina, per punire le maldicenze di una delle ‘comari’ del palazzo, fa passare per un misterioso ‘colpo grosso’ (dove sono coinvolti CIA, KGB e servizi segreti di altri paesi), un piccolo furtarello avvenuto nel palazzo. Il suo intento è solo quello di sbugiardare la donna quando si scoprirà il vero colpevole, ma la Signora Michela ha un nipote giornalista televisivo che ingigantisce la cosa, facendolo diventare un ‘caso internazionale’, facendola sfuggire, così, di mano al portiere…

Ricordiamo che la produzione e l’organizzazione della manifestazione è dell’Associazione Leonardo di Ardea in partnership con Radio Omega Sound – La radio amica (91,400 e 102,200 Mhz).

Inviatiamo i lettori agli ultimi due spettacolo sabato 4 e sabato 11 agosto alle ore 21,00 presso il Teatro all’aperto del Centro Ecumenico, in Via di Valle Schioia.

 

, , , ,