SIAMO ALLE SOLITE… ANCORA UN’INTIMIDAZIONE

SIAMO ALLE SOLITE… ANCORA UN’INTIMIDAZIONE

Il Sindaco di Anzio, Candido De Angelis, esprime vicinanza al Consigliere Comunale, Lina Giannino: “Auspico che le Autorità Competenti vengano a capo di vicende destabilizzanti per la Città”

Ancora un atto intimidatorio a chi non la pensa come ‘si deve’… Dopo i colpi di pistola esplosi contro i cancelli di casa, il proiettile alla ex segretaria comunale e l’auto incendiata della dirigente del commissariato, ora  le ruote squarciate alla consigliera comunale,  Lina Giannino, sono gli ennesimi reati-spia di fronte ai quali chi ci ha governato per tanto tempo ha continuato inspiegabilmente a minimizzare. È ora di dire basta, serve un impegno reale e concreto per evitare il susseguirsi della serie di intimidazioni  intollerabili per il vivere civile.

Stavolta anche il Sindaco si è mosso, non solo a parole, ma anche con i fatti richiedendo formalmente  un incontro con il Prefetto di Roma, Paola Basilone. Subito dopo, De Angelis  ha telefonato, da Bad Pyrmont (dove si trova insieme alla Delegazione Comunale per i festeggiamenti del 60° anniversario del gemellaggio con Anzio) alla Consigliera Giannino per esprimere la sua vicinanza e solidarietà: “Sono vicino al Consigliere Comunale del Pd, Lina Giannino, alla quale, tra l’altro, mi lega un rapporto di antica amicizia, per l’atto che ha subito il mese scorso. Auspico vivamente che le Autorità Competenti vengano a capo di vicende destabilizzanti per la Città e per l’attività amministrativa”.

 La Yaris di Lina Giannino, medico veterinario, parcheggiata sotto casa in pieno centro di Anzio e in una zona soggetta a videosorveglianza, presentava  tutte e quattro le ruote a terra, piene di chiodi. Il fatto è avvenuto qualche settimana  fa, ma è stato reso noto  solo oggi , quando  la Consigliera Giannino è stata convinta a sporgere regolare denuncia del fatto.

 Lina Giannino

 

, ,