SETTE GIORNI AD ANZIO -CRONACA, POLITICA, ATTUALITA’ (Digest dal 5 all’11 marzo 2019)

SETTE GIORNI AD ANZIO -CRONACA, POLITICA, ATTUALITA’ (Digest dal 5 all’11 marzo 2019)

5 marzo – Con una nota, il Circolo ‘Antonio Vassallo’ del PD di Anzio, è tornato questa mattina sulla grande affluenza di pubblico che si è avuta domenica per le Primarie che hanno eletto il Segretario del PD nazionale e l’Assemblea Nazionale.

E’ stata una festa della Democrazia. 835 cittadini hanno varcato la soglia del portone della nostra sede di via Aldobrandini, 11 per determinare con il loro voto, assieme ad un altro milione e settecentomila persone nel resto del Paese, il nuovo segretario del Partito Democratico”

La nota si conclude con: “Il clima positivo che abbiamo registrato tra i nostri iscritti, simpatizzanti e anche tra la nostra classe dirigente è un segnale importantissimo. Serve ad Anzio un Partito Democratico unito sui principi nelle battaglie per la buona amministrazione locale e serve un Partito Democratico di Anzio che sul futuro del Paese, della nostra Repubblica Italiana, sappia indirizzare in maniera omogenea la voglia di cambiamento da questo stato di decadimento democratico dovuto all’attuale maggioranza gialloverde che governa da Palazzo Chigi i nostri destini”

Ricordiamo il risultato della consultazione: Votanti 835

Zingaretti 594; Giachetti 184; Martina 55; bianche 2.

 

5 marzo – La prima edizione del “Carnevale sul Mare di Anzio”, fortemente voluta dall’Amministrazione comunale e dalle associazioni dei commercianti e dalle scuole di danza del territorio, si è chiusa con la grande festa in Piazza Garibaldi e con gli spettacoli dedicati ai numerosissimi bambini presenti in piazza, dopo il primo ‘sold-out’ della domenica precedente.

“Grazie di cuore a tutti coloro che hanno reso possibile questo grande successo: il nostro Sindaco, gli Uffici Comunali, la Polizia Locale, le Associazioni, i Quartieri del territorio, le Scuole di Danza, l’Associazione Commercianti, i Consiglieri Comunali e soprattutto le Scuole, con i nostri bambini veri protagonisti del carnevale anziate. Il sold out turistico di domenica, con la Città colma di cittadini e turisti in festa, è stato per noi una grande soddisfazione, che rappresenta l’inizio di un nuovo percorso insieme a tutte le realtà del nostro territorio”.

Così è stato affermato in una nota congiunta dagli Assessori Salsedo e Nolfi.

 

5 marzo – “Abbiamo avuto notizia che con ogni probabilità l’Azienda Granarolo sita in Anzio via Nettunense chiuderà i battenti”. Inizia così la nota stampa del Consigliere d’opposizione Lina Giannino sulla paventata chiusura dello stabilimento.
“Un altro fiore all’occhiello di questo paese -ha poi aggiunto- prendere il volo verso altri lidi lasciando sul posto solo il deposito per la distribuzione. Eppure era solo il 1995 quando la Granarolo  leader nazionale nella filiera del latte italiano, inauguro ad Anzio, il più moderno impianto di produzione di latte fresco esistente in Europa”.

Nonostante la crisi del 2009, che portò, prosegue il comunicato: “alla chiusura di molti impianti, la Granarolo resistette per la sua importanza del Centro-Sud e per la sua situazione geografica strategica, salvando così le sue maestranze. Ora, pero’, sembra che il nostro paese perderà questa “eccellenza”. Ci rivolgiamo, allora al Sindaco e a tutta l’amministrazione, affinché si attivano le opportune conoscenze circa le cause di tale scelta è di intervenire affinché ciò non accada”.

 

5 marzoArriva con una lettera aperta ai cittadini di Anzio, la risposta dell’ex Assessore Alessandroni alla sua ‘immotivata revoca’ dall’incarico di Assessore.

Mai e, ribadisco mai” -inizia la lettera- “è accaduto quello che si è consumato giovedì scorso: una pugnalata alla mia persona ed un attentato ai numerosissimi cittadini di Anzio che in questi anni hanno confermato la loro fiducia all’interno delle urne. Faccio presente che sono stato il primo degli eletti nella lista di Fratelli d’Italia con circa 700 voti. E dietro ogni voto c’è un volto amico, un sorriso incondizionato, una pacca sulla spalla. Ho conquistato questo tipo di fiducia con la mia semplicità, la sincerità e la disponibilità ad aiutare chiunque fosse in difficoltà, senza distinzioni di appartenenza politica. Rimango basito dal trattamento indecoroso a me riservato, poiché non vi erano presupposti negativi riguardanti la mia persona. Sono convinto di essere il capro espiatorio di un disegno politico volto a favorire talune persone e non mirato al bene comune. E con il tempo verranno allo scoperto gli interessi privati, a svantaggio del cittadino onesto che vuole essere tutelato”

 

6 marzo – Il Circolo Legambiente “Le rondini” di Anzio e Nettuno ha inviato un comunicato stampa di Ringraziamento ai pescatori di Anzio che si stanno impegnando per la raccolta della plastica per un mare pulito.

“Ad ottobre dell’anno passato come Legambiente, circolo “Le Rondini” di Anzio e Nettuno avevamo chiesto all’Assessore all’ambiente di Anzio, Danilo Fontana, dopo aver sentito la disponibilità dei rappresentati dei pescatori, di organizzare un tavolo per attivare un progetto per la raccolta della plastica in mare”

Anche se il Comune era sembrato interessato alla questione, la cosa si era arenata, tanto che il Circolo aveva più volte sollecitato aggiornamenti dall’assessore all’Ambiente, ma senza risultati.

Ora la bella notizia. La sensibilità e la consapevolezza dei cittadini, in questo caso di Lorenzo Colantuono e degli altri quindici armatori ed equipaggi di pescherecci, che stanno raccogliendo la plastica in mare, aprono la speranza che piccoli ma grandi gesti possano migliorare, per le generazioni attuali e future, la qualità e la vivibilità del nostro mare. Un grande riconoscimento e ringraziamento a nome nostro e riteniamo di tutta la città a: Lorenzo Colantuono, Angelo Grillo, Domenico Accardo, Ciro Spina, Vincenzo Catania,Antonio D’Accone, Stefano Spina, Maurizio Tinnarello, Rocco Ministeri, Mauro Spina, Domenico Spina, Cristian Alla, Francesco Gervasi e Luciano Gratta”.

 

6 marzo – Si è svolta a Villa Sarsina, la manifestazione dedicata ai Giusti dell’Umanità’ istituita per legge nel 2017 e dedicata a mantenere viva la memoria di quanti hanno fatto del bene salvando vite umane.

Organizzata dall’Istituto Comprensivo Anzio III, alla presenza molti studenti della scuola primari e secondaria, è stato ricordata la figura di Don Gaetano Piccinini, riconosciuto come ‘Giusto tra le Nazioni’  per la coraggiosa opera a tutela della popolazione ebraica, durante il secondo conflitto mondiale, riuscendo a salvare una famiglia dal rastrellamento nazista del ghetto di Roma. Per questa sua attività, il 23 giugno 2011, il suo nome è stato iscritto nella lista dei Giusti tra le Nazioni, con una cerimonia solenne in Vaticano.

Alla manifestazione è intervenuto l’Ambasciatore Israeliano presso la Santa Sede, Oren David, il Dirigente dell’Istituto Comprensivo Anzio III, Maria Teresa D’Orso, l’Assessore alle politiche culturali e scolastiche, Laura Nolfi e il pronipote del valoroso Don Gaetano, dottor Giorgio Piccinini.

 

6 marzo –  Una nota stampa  del Consigliere di ‘Alternativa per Anzio’, Luca Brignone, torna sulla richiesta fatta dalla Società Ecotransport di rinnovare il permesso di costruzione, dichiarato decaduto dall’ufficio tecnico del Comune ad agosto scorso.

La società Ecotransport” -vi si legge- “proponente del centro di stoccaggio di rifiuti pericolosi e non pericolosi in zona padiglione, chiede il rinnovo del permesso di costruire dichiarato decaduto (…) la Città Metropolitana, evitando di esprimersi sul rilascio dell’autorizzazione, sollecita il Comune e dà 10 giorni affinché si esprima su questa richiesta. Insomma, l’Ente metropolitano, abbandonato a se stesso, evita di prendere decisioni e la palla sta ora al Comune. Manterrà gli impegni presi, negando il permesso in quanto contrario all’impianto, oppure prenderà tempo? Chiediamo a gran voce la prima opzione”.

 

7 marzo – Una nota del PD locale ricorda, a sei mesi esatti dalla sua scomparsa, la figura di Luciano Mingiacchi, figura di rilievo del panorama politico anziate e in particolar modo del centrosinistra. “Allo stesso modo” -continua la nota- “non può che apprezzare il gesto fatto dalla famiglia di Luciano verso il Pronto Soccorso di Anzio, con la donazione di oggi, che è sicuramente in linea con la profonda attenzione verso la capacità di garantire risposte veloci ai problemi della cittadinanza, tipica di Luciano Mingiacchi”.

Quest’ultimo passo fa riferimento alla donazione fatta dalla famiglia Mingiacchi, al Pronto Soccorso, delle tende separatorie tra stanza e stanza, in ricordo del lungo periodo in cui Luciano era stato Direttore Generale della ASL. Proprio nell’atrio del Pronto Soccorso è stata scoperta una targa commemorativa  alla presenza dei medici e degli infermieri del nosocomio anziate.

“Entrare qui oggi mi ha emozionato” -ha affermato commosso, il figlio andrea- “perché qui dentro ha ruotato l’intera vita professionale di mio padre e con essa, anche la nostra vita familiare“.

 

 

 

 

 

 

 

8 marzo – Il Sindaco De Angelis, insieme all’Assessore alle politiche culturali e scolastiche, Laura Nolfi e al Dirigente, Grazia Di Ruocco , ha celebrato la Giornata della Donna alla scuola Virgilio, insieme agli studenti, ai docenti ed alle famiglie: “Tutti i giorni” -ha dichiarato- “ascoltiamo un bollettino di guerra, tanta strada ancora bisogna fare nei rapporti tra uomini e donne. Dobbiamo lavorare con i nostri giovani, nelle nostre scuole, sulla crescita culturale della collettività”.

 

10 marzo – ritrovamento fuori del comune, e decisamente macabro, quello avvenuto sulla spiaggia del T-Village questa mattina; su segnalazione di un passante, è  rinvenutata la carcassa di una tartaruga marina senza testa.

Quasi sicuramente la morte dell’animale si deve all’elica di una imbarcazione. Non purtroppo il primo caso di morte o ferimento di questi esemplari sulle coste del litorale. La Capitaneria di Porto di Anzio, accorsa immediatamente sul posto, ha contattato l’associazione TartaLazio, specializzata nella salvaguardia e nella tutela delle tartarughe marine, che porterà a termine tutte le analisi del caso.

 

10 marzo – La formazione politica di sinistra anziate, ‘Alternativa per Anzio’, che si è costituita ufficialmente in Associazione, a partire da domenica 10 marzo ha un nuovo ‘logo’ ed una nuova sede per -come è scritto nella nota di presentazione- portare tante nuove idee e progetti per la città. La nuova sede è stata aperta a Lavinio, in via di Valle Schioia n.125, vicino alla sede che aveva ospitato l’Associazione durante la scorsa campagna elettorale.

L’associazione “Alternativa per Anzio” nasce dall’idea di continuare il percorso intrapreso alle elezioni” –continua la nota- “ed essere un punto di riferimento per tutti i cittadini che hanno riposto in noi la loro fiducia ed il loro voto ma anche per sostenere il lavoro di Luca Brignone, consigliere di opposizione in quota Alternativa per Anzio, che da quando si è insediato il nuovo consiglio comunale sta portando avanti diverse questioni tra le quali Vignarola, gli impianti di rifiuti e stoccaggio, il progetto del porto,  e molte altre attività volte alla riqualificazione dei quartieri e della città tutta”.

Presidente dell’Associazione è stata eletta Valentina Caprari, scelta dall’assemblea costituente per proseguire il percorso della realtà nata con la lista elettorale durante le ultime elezioni comunali.

Durante il dibattito, si sono succeduti vari interventi, tra cui quello del rappresentante territoriale della FLAI-CGIL che ha esposto i problemi occupazionali che possono nascere dalla chiusura di alcune strutture produttive del territorio, primo fra tutti lo stabilimento della Granarolo, a cui è seguito l’intervento di Paola Fumi dell’ANPI.

Presenti anche la presidente di Legambiente e i rappresenti di molti comitati e associazioni territoriali.

 

11 marzo – ennesima rapina contro un supermercato del territorio, stavolta a farne le spese è stato il Supermercato In’s di via di villa Claudia.

Intorno alle ore 19, due uomini con il volto coperto si sono introdotti nell’esercizio commerciale e con una pistola hanno minacciato clienti e cassieri, intimando a questi ultimi di consegnare loro l’incasso della giornata.

Una volta agguantato il bottino (si parla di circa 400 euro), i due sono fuggiti in direzione di via Nettunense. Sul fatto indagano gli uomini del commissariato di polizia di Anzio; i poliziotti hanno ascoltato i testimoni e raccolto tutti i dati utili all’identificazione dei due malviventi, visionando anche i filmati della videosorveglianza.

 

11 marzo – “È dal giorno del mio insediamento in Consiglio Comunale” –ha scritto il Consigliere Comunale Lina Giannino, in una sua nota- “che richiamo, inutilmente, la attenzione dell’amministrazione sulla situazione di degrado e abbandono in cui versa il Cimitero di Anzio”.

“Continuano i furti ed ora si sono aggiunti anche gli scippi alle persone anziane che si recano a trovare i loro cari. Mi era stato detto nell’ultima assise comunale che si stava provvedendo ad un sistema di videosorveglianza tramite l’apposizione di telecamere poste in punti ritenuti maggiormente strategici, ma nulla è stato fatto, intanto si pensa ad illuminare i siti archeologici, la chiesa madre, il teatro romano con grande risonanza mediatica”

Per poi continuare: “Noi chiediamo la presenza di personale umano che si sposti a vigilare ciò che di assurdo sta avvenendo in un luogo sacro per tutti noi”.

 

A stretto giro, è arrivata la replica del Sindaco: “Non c’è alcun degrado al Cimitero Comunale di Anzio che, al contrario, è invece un’eccellenza cittadina ed un esempio virtuoso di buona amministrazione. Non risultano denunce per furti al cimitero, non risultano segnalazioni all’ufficio cimiteriale ma, soltanto -alcune voci riportate- che gli agenti della Polizia Locale stanno verificando”.

Comunque, ha affermato De Angelis, entro l’estate il cimitero “sarà dotato di un moderno sistema di videosorveglianza, nell’ambito di un più ampio e articolato progetto per la sicurezza del territorio comunale”.

 

Maurizio D’Eramo

, , , , ,