Progetto Museo Multimediale dello sbarco degli alleati

Progetto Museo Multimediale dello sbarco degli alleati

Andrea Mingiacchi (Pd): “Presenterò la proposta nella prossima commissione cultura. C’è bisogno di compiere passi importanti per valorizzare il nostro territorio e renderlo attrattivo. L’idea di un polo museale all’avanguardia va proprio in questa direzione”

 

La proposta di creare un Museo Multimediale all’avanguardia dedicato allo storico sbarco degli alleati, avanzata da Andrea Mingiacchi, Capogruppo del Pd di Anzio, prende lentamente forma. Il Capogruppo del Pd di Anzio è, infatti, pronto a presentare la proposta del progetto “Shingle Landing” nella prossima commissione cultura. Un progetto in cui Mingiacchi crede molto e pensato per raccontare una parte importante della storia del litorale laziale, unendo simbolicamente le città di Anzio e Nettuno. “Attraverso questo progetto – dichiara Mingiacchi – si potrebbe compiere un primo passo per valorizzare il nostro territorio e renderlo attrattivo. C’è bisogno di vedere il territorio anche come una condivisione di importanti progetti di crescita e sviluppo che permettano di far conoscere le nostre zone, di creare nuove opportunità di lavoro per Anzio e Nettuno, di  rendere le due città del litorale una  “meta d’attrazione” per 365 giorni l’anno rilanciando così il turismo culturale. La proposta del museo multimediale dedicato allo sbarco degli alleati sarà presentato nella prossima commissione cultura accanto a quello di un teatro tenda”.

 

La proposta del progetto “Shingle Landing” prevede un polo museale strutturato in undici ambienti diversi, tutti raccordati e collegati da guide, brochure, punti informativi, work-station e cataloghi. Gli ambienti in questione sono: 1 “Centro informazioni”, dove vengono fornire tutte le informazioni e il materiale necessario per poter fruire il museo nella sua completezza, nonché informazioni e guide turistiche delle città Anzio e Nettuno. Il secondo ambiente “Storia dello sbarco” permette di ripercorrere lo sbarco attraverso gigantografie, mappe, schemi, spiegazioni sintetiche e puntuali, che possono essere approfondite attraverso il sistema QRcode o consultando la work-station. L’ambiente 3 “Sbarco virtuale” contiene una ricostruzione panoramica aerea della zona costiera dello sbarco. L’ambiente 4 “I giorni a seguire” è stato pensato per rivivere quanto accaduto nei giorni successivi allo sbarco. Ci sono poi l’ambiente 5 “Archivi e collezioni”, l’ambiente 6 “Ecomuseo” (una finestra sui luoghi dello sbarco, un modo per aprire il museo al territorio che lo circonda) e Proiezioni video dell’epoca. Ambiente 7. Sbarco tra arte e legenda. Ambiente 8. Biblioteca-mediateca-editoria. Ambiente 9. Sala espositiva. Ambiente 10. Sala congressi. 400 posti. Convegni ed approfondimenti storici sulla guerra e lo sbarco e le guerre nel mondo. Ambiente 11. Area mezzi da sbarco. In quest’ambiente verranno collocati mezzi utilizzati nel corso dello sbarco, accogliendo mezzi offerti da privati e cercando sinergie con il Museo di Piana delle Orme e con l’Associazione Highway six.

 “Credo che “Shingle Landing” – conclude Mingiacchi – possa rappresentare una importante occasione per le città di Anzio e di Nettuno per creare insieme un unico grande progetto. Per questo chiedo ai sindaci di Anzio e Nettuno di farci sognare, le nostre città hanno bisogno di fare un balzo in avanti, di nuove opportunità di lavoro soprattutto per le giovani generazioni”.

, ,