LIVE AT ANZIO… SUL PALCO DI VILLA ADELE LE ATMOSFERE DEI PINK FLOYD

LIVE AT ANZIO… SUL PALCO DI VILLA ADELE LE ATMOSFERE DEI PINK FLOYD

Conto alla rovescia per uno degli avvenimenti più importanti di questa AnzioEstateBlu che, alla luce di quanto si è appreso in questi ultimi giorni, dagli ambienti musicali britannici, fa acquistare all’evento maggior risalto.

Parliamo del concerto dei Pink Floyd Legend del 18 luglio, che si terrà nel teatro all’aperto di Villa Adele, a cinque mesi esatti dal conferimento della cittadinanza anziate a Roger Waters.

Saranno due ore e mezza di musica e di filmati della storica band inglese, con le più belle canzoni che hanno contraddistinto un’epoca e, soprattutto, con l’esecuzione integrale dell’album ‘The Final cut’ del 1983.

La scelta di questo album da proporre ad Anzio è duplice, da una parte perché non è il solito album che parla di guerra, ma essendo dedicato da Roger Waters al padre Eric Fletcher, parla proprio della ‘nostra guerra’, dello sbarco di Anzio, dove il tenente britannico trovò la morte il 18 febbraio del ’44, e poi perché è un’opera che non è mai stato portata in tour dalla band londinese, per le problematiche interpretative legate all’album, al limite di un’esibizione teatrale.

I Pink Floyd Legend, è un gruppo nato nel 2005 ed è composto, come la band originale, da quattro elementi, ognuno dei quali ricopre il ruolo del suo corrispettivo (Fabio Castaldi, come Roger Waters, bass e vocal; Andrea Fillo, come David Gilmour, Guitar e Vocal; Alberto Maiozzi, come Nick Mason, Drum; Simone Temporali, come Rick Wright, Keyboard e vocal).

Alla primitiva band si sono aggiunti, da accompagnatori, un secondo chitarrista, un sassofonista e tre coriste, che hanno dato ancora più atmosfera alla band romana, e li hanno portati ad ottenere delle riproposizioni fedeli il più possibile ai brani originali.

Gli spettacoli dei Pink Floyd Legend ricalcano, quindi, l’intera opera discografica della band inglese, con le esecuzioni integrali di interi album, riproponendo anche gli effetti speciali tipici dei Pink Floyd, dallo schermo circolare all’enorme maiale gonfiabile, Algie.

Ci sono stati nel tempo, tanto per citarne alcuni, gli spettacoli che hanno riproposto:‘Live at Pompei’ o le astmosfere di ‘Animals’ e di ‘The Dark Side of the Moon’, per non parlare del successo mediatico ricevuto con ‘Atom Heart Mother’, che ha fatto registrare il tutto esaurito all’Auditorium della Conciliazione e al teatro Olimpico di Roma.

In occasione dello spettacolo del 18 luglio ad Anzio, il gruppo si avvallerà anche di un quartetto d’archi, di un quintetto d’ottoni e della corale polifonica ‘Città di Anzio’.

Proprio in onore del nuovo cittadino e proprio nell’anniversario del quinto mese da quella cerimonia, lo spettacolo è stato fortemente voluto dall’Amministrazione anziate, così come è stato illustrato dall’Assessore alla Cultura, Laura Nolfi, durante la Conferenza stampa di presentazione dell’evento.

“Prima e durante il concerto saranno proiettati video ed immagini dello scorso 18 febbraio che rimarranno scolpite, per sempre, nella memoria cittadina e che hanno visto la Città di Anzio protagonista sulle più importanti testate giornalistiche del mondo. Il prossimo 18 luglio sarà un’altra giornata di forti emozioni, aperta a tutti i cittadini e turisti, per la cui organizzazione ringrazio la Segreteria del Sindaco, l’Ufficio Cultura, la Corale Città di Anzio ed i Pink Floyd Legend che ci regaleranno una performance indimenticabile”.

Dicevamo, all’inizio, dei rumors provenienti dalla Gran Bretagna, dove si è annunciato per il prossimo ottobre l’uscita di ‘The Big Spliff’, l’ambient music registrato nel 1994 durante le prove che portarono poi, all’incisione di ‘The Division Bell’.

Sembrava proprio che Roger Waters & Co. fossero intenzionati a pubblicare questo materiale, ma poi, chissà perché, non se ne fece più nulla, e tutte le registrazioni rimasero lì, in soffitta, per la bellezza di vent’anni.

A comunicarne l’uscita è stata la moglie di David Gilmour, che postando su twitter ha annunciato: “L’album dei Pink Floyd in uscita ad ottobre si intitola ‘The Endless River’. Basato sulle registrazioni del 1994 ‘è il canto del cigno di Rick Wright (che ricordiamo morì di tumore quattordici anni dopo) ed è davvero bellissimo”.

Quindi un motivo in più, per tutti gli appassionati, di assiepare le tribune di Villa Adele; ricordiamo che lo spettacolo è gratuito ed inizierà alle 21,00.

 Maurizio D’Eramo