IL PROGETTO SCOLASTICO APSAET

IL PROGETTO SCOLASTICO APSAET

DALLA SCUOLA AL TERRITORIO – APSAET è il primo progetto scolastico che porta nelle classi l’informazione dell’intero patrimonio naturale ed archeologico presente sul territorio, allo scopo di accrescere il legame tra i ragazzi ed il luogo nel quale vivono. Parallelamente il progetto propone  un intero programma di educazione ambientale, allo scopo di sensibilizzare i ragazzi ad un maggiore rispetto verso la natura ed il Pianeta che ci ospita, e s completa con cenni di astronomia. 

APSAET è un progetto scolastico che si rivolge alle scuole di Anzio e di Nettuno, e che offre, ad integrazione dei programmi ministeriali e gratuitamente, lezioni, incontri di approfondimento e piccoli convegni sulla storia, sul patrimonio naturale e sul patrimonio archeologico presenti nel territorio, allo scopo di accrescere il legame tra i ragazzi ed il luogo nel quale vivono, e di diffondere maggiormente nella popolazione tali informazioni.

Il territorio di Anzio e di Nettuno è carico di storia e di patrimonio naturale ed archeologico non adeguatamente valorizzato e non adeguatamente conosciuto dalla popolazione.

Pochi sanno dove si trova Vallo Volsco e cosa sia, e pochi conoscono il valore del sito di Colle Rotondo, come pochi conoscono la bellezza naturale della zona, la presenza di 6 S.I.C. e cosa sono (luoghi naturali la cui importanza è stata riconosciuta dalla Comunità Europea), e l’ambiente marino.

Il Progetto vuole colmare tale disinformazione. … “La conoscenza del proprio territorio porta ad un maggior senso di appartenenza ad esso, ad un maggiore rispetto ed amore per il luogo in cui si vive, e la consapevolezza del passato, della storia, del patrimonio presente in esso, porta ad una maggiore coscienza di azione, ad una maggiore salvaguardia e valorizzazione delle ricchezze ambientali ed archeologiche presenti nel territorio e del territorio stesso, a favore di un futuro migliore”… Ecco perché APSAET è un esempio di sociologia applicata.

Parallelamente APSAET  propone un programma di educazione ambientale, allo scopo di sensibilizzare i ragazzi ad un maggiore rispetto verso la natura ed il Pianeta che ci ospita, e si completa con cenni di astronomia.

Il programma didattico è completo per ognuna delle materie proposte, e diviso in moduli: patrimonio naturale, educazione ambientale, storia e archeologia, astronomia. L’adesione da parte delle scuole e degli  insegnanti è molto elastica: l’insegnante può aderire all’intero programma didattico, a più moduli, ad un modulo o parte di esso, o può anche aderire ad una sola ora di approfondimento.

Nella parte di storia ed archeologia il programma  copre l’intero arco dalla preistoria ai tempi moderni.

Nella parte relativa al patrimonio naturale si parla  dell’origine del territorio, della macchia mediterranea e delle piante che la caratterizzano , delle bellezze del mare, della presenza dei 6 S.I.C.  e delle 2 Riserve Naturali.

Anche la parte di educazione ambientale è molto importante. La scuola forma gli individui di domani, e insegnare educazione ambientale in modo fisso e sistematico in tutte le scuole ed in tutte le classi formerebbe individui più competenti in materia, che avrebbero nelle proprie azioni una coscienza maggiore su ciò che determinate azioni poi possono comportare all’ambiente.

Il Progetto non parla solo di riciclo, ma allarga il discorso ad altri comportamenti ed aspetti dell’uomo, individuali e nell’ambito della società. Parla del Lago d’Aral come esempio tra i peggiori danni ambientali creati dall’uomo e evidenzia quanto sia importante preservare l’ambiente e le bellezze naturali, parla delle varie forme di inquinamento, del fatto che il futuro di sostenibilità sia produrre ed utilizzare il più possibile materiali biodegradabili, di cambiamento climatico e di energie rinnovabili.

Astronomia è una “chicca”. La sensibilità verso il cosmo è un modo per allargare gli orizzonti, in tutti i sensi. Del resto, anche il cosmo è natura.

APSAET in pratica va da dietro casa alle parti più estreme dell’universo.

Qualche anticipazione:

APSAET avrà un proprio sito web di informazione al quale i ragazzi, le scuole, ma anche la popolazione, si potranno collegare per approfondire la conoscenza del territorio, e le tematiche affrontate da APSAET; con il tempo le lezioni avranno un supporto audio-visivo;  è in preparazione un video documentario sul territorio.  APSAET è  ideato e progettato da Angela Ambrosi e Paolo Prignani, ed è proposto in collaborazione con gli esperti di settore: Filippo Valenti, Mauro Agostini, e Silvano Urbani.

Per contatti, maggiori informazioni  e per adesione si può scrivere alla casella di posta elettronica apsaetprogettoscuola@gmail.com

Angela Pensword