IL PD E ‘LA SAPIENZA’: PARTE LA FORMAZIONE POLITICA TELEMATICA

IL PD E ‘LA SAPIENZA’: PARTE LA FORMAZIONE POLITICA TELEMATICA

Il Partito Democratico memore delle proprie radici di sinistra, alla stregua del vecchio PCI, riscopre la formazione politica.

Nasce così un’iniziativa del tutto nuova  e, diciamolo pure, all’avanguardia,  che vede per la prima volta in Italia, un partito politico collaborare con una università, per varare un programma di formazione a distanza per dirigenti, amministratori, iscritti, militanti e appassionati di politica.

La distanza sempre più profonda  tra politica e popolazione attiva, il pressapochismo di tante persone prestate alla politica quasi per gioco e la caduta di ‘stile’ di tanti politici, ha portato il PD a rivedere quello che era una priorità della vecchia sinistra, ossia la formazione delle classi dirigenti, a ogni livello, che è ormai un’esigenza sempre più sentita per il rilancio della politica in Italia.

Passati gli anni dei centri di formazione,  la modernità ha portato alla nascita di nuovi strumenti e modalità  che possono aiutare la politica in questo senso, proprio perché ormai c’è sempre più bisogno di cultura e competenze quanto più possibile diffuse e profonde.

Grazie all’interesse e alla disponibilità di ‘Unitelma’, università telematica de La Sapienza, è stato possibile per il PD stipulare una Convenzione che permetterà agli iscritti al partito di partecipare, a condizioni vantaggiose, a percorsi formativi di alto livello pensati per fornire competenze e conoscenze specifiche per chi già svolge o vuole avvicinarsi all’attività politica.

Si partirà, così, all’inizio del 2016 con i primi due corsi di formazione a distanza.

Il primo corso, dal titolo “Conoscere la politica. Cultura e organizzazione”,  è aperto a tutti i diplomati, ha la durata di un quadrimestre e prevede il conseguimento di 15 Crediti Universitari Formativi.

Il secondo percorso, dal titolo “Fare politica. Cultura, democrazia, partecipazione”, è un Master di primo livello, riservato dunque ai laureati in qualunque disciplina. Di durata annuale, prevede il riconoscimento di 60 Crediti Universitari Formativi.

Al Partito, come è scritto nella nota illustrativa del progetto, preme soprattutto sottolineare il carattere sperimentale e innovativo di questa iniziativa, che non ha precedenti nel panorama dell’offerta formativa degli Atenei italiani.

Il programma è infatti articolato in moduli tematici che accanto alle questioni teoriche analizzano esperienze e best practices, usufruendo di contributi e testimonianze politiche di riconosciuta competenza.

Per chi voglia saperne di più, o sia interessato agli stessi, rimandiamo il lettore al sito di ‘di Unitelma Sapienza’, dove già è possibile effettuare una preiscrizione sia al corso di formazione (http://www.unitelmasapienza.it/fai-la-tua-scelta/corso-di-formazione/conoscere-la-politica) che al master (http://www.unitelmasapienza.it/fai-la-tua-scelta/master/fare-politica-cultura-democrazia-e-partecipazione) e usufruire di particolari agevolazioni in caso di iscrizioni di gruppo (minimo 3 persone).

Tutti i pre-iscritti riceveranno comunicazione della data di inizio dei corsi.

Maurizio D’Eramo

,