Consegnate ufficialmente le attrezzature mediche all’ospedale Riuniti di Anzio-Nettuno

Consegnate ufficialmente le attrezzature mediche all’ospedale Riuniti di Anzio-Nettuno

Sabato 4 Novembre alle ore 9:00 presso l’ospedale Riuniti di Anzio-Nettuno si è svolta la consegna ufficiale delle apparecchiature mediche da parte dell’associazione Stefano7baseballmeeting: un impedenzometro, due elettrocardiografi e tre poltrone per l’uso sostitutivo della barella.

Alla consegna ufficiale erano presenti il Direttore Sanitario del nosocomio, il Dottor Riccardo Olivieri, il quale ha ringraziato tutto il comitato ed in special modo il presidente, Maura Garofalo per le donazioni ricevute e per quanto fatto in tutti questi anni per l’ospedale.

Presente anche il vicesindaco di Anzio, Giorgio Zucchini il quale anche lui a sua volta ha voluto ringraziare tutto il comitato Stefano7 per quanto realizzato in questi ultimi sei anni, per l’impegno profuso e per i risultati ottenuti.

Sono stati consegnati poi ufficialmente i macchinari ai rappresentati dei vari reparti: l’impedenzometro al Dottor Lombardi per il reparto di Otorinolaringoiatra, i due elettrocardiografi alla Dottoressa Petrini per il reparto di Cardiologia e alla Dottoressa Costa per il centro trasfusionale; infine alla Dottoressa Curti del Pronto soccorso sono state consegnate le tre poltrone alternative all’uso della barella.

Al termine della cerimonia ufficiale di consegna ha preso la parola il presidente del comitato Maura Garofalo, la quale ha espresso tutta la sua soddisfazione: “ Sono contenta che anche quest’anno siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo che ci eravamo prefissati; ogni anno cerchiamo sempre di migliorarci e di offrire il nostro contributo a tutto il territorio attraverso queste donazioni”- continua: “ Negli ultimi sei anni abbiamo donato all’ospedale, a società sportive del territorio e ai comuni di Anzio e Nettuno attrezzature del valore di centomila euro, spero con l’aiuto di tutti i membri del comitato e dei cittadini di riuscirci anche in futuro.”