ANCHE QUEST’ANNO IL TEATRO UN1KO SI FA IN TRE…

ANCHE QUEST’ANNO IL TEATRO UN1KO SI FA IN TRE…

Venerdì 25, alle ore 21,15 si accenderanno i riflettori sulla 5^ stagione invernale del Teatro Uniko ‘Ride bene chi ride… uniko’, manifestazione organizzata dall’Associazione Crazy School di Roberta Vitiello, che si tiene nel teatro di Lavinio in viale del Sole numero 4, che terminerà, dopo la bellezza di 12 spettacoli, venerdì 17 aprile 2020.

Ad aprire la rassegna, quest’anno, è stato chiamato Max Paiella, che intratterrà il pubblico col suo spettacolo ‘Il boom’, in cui verrà ricordato non il boom economico, ma quello musicale.

Scavando a fondo nelle nostre radici culturali, si scopre come l’Italia sia stata, in passato, dal 1600 in poi, la patria mondiale della musica e del bel canto, con tutta la serie di autori e musicisti (Donizzetti, Rossini, Verdi, Puccini) che hanno reso l’opera italiana tra le più belle ed apprezzate al mondo, ma sembra proprio che non ce ne ricordiamo più, anzi…
Max Paiella ci condurrà in un viaggio musicale dove potremo ritrovare le nostre origini artistiche, sociali e persino quelle politiche.
In scena con degli oggetti fluttuanti per aria che simboleggiano le grandi canzoni sospese nei nostri pensieri, e nel nostro cuore, Max con dovizia di particolari descriverà con la sua consueta ironia, le grandi canzoni del nostro cammino musicale e sociale.
Lo spettacolo del cinquantenne comico romano, è la prima chicca di questa nuova stagione teatrale di Un1ko, la cui Organizzazione è riuscita ancora una volta a mettere su un cartellone di tutto riguardo, attingendo -come non mai- tra i più famosi artisti del panorama nazionale, proprio perché, come hanno ricordato i due curatori della rassegna: Andrea Serpa e Fabio Pontecorvo, nel corso della presentazione del cartellone avvenuta il 5 ottobre scorso, si è voluto sdoganare la rassegna stessa, facendola uscire dai confini laziali, proponendo nuovi artisti e nuove realtà, provenienti da altre latitudini.

Ecco quindi, che ai ‘vecchi’ e conosciuti artisti, già frequentatori in passato della manifestazione, quest’anno si è voluto portare a Lavinio Rocco Barbaro e Sergio Sgrilli, oltre ad una piacevole ‘novità’, le vincitrici del ‘Premio Teatro Uniko’ istituito l’anno scorso nell’ambito della rassegna ‘Roma Comic Off’, Floriana Corlito e Roberta Pompili, con il divertente spettacolo scritto da Alessandro Mancini e Tiziana Foschi (che ne cura la regia) ‘Quelle che hanno perso il corteo’.

Solo per questa l’occasione (venerdì 3 aprile 2010), la Direzione di Uniko ha deciso di abbassare il prezzo del biglietto per invogliare il pubblico più giovane a venire ad applaudire queste due giovanissime attrici.

Avendo aperto il tema del costo del biglietto, ricordiamo che anche per quanto riguarda quest’anno, esso risulta invariato rispetto alle ultime due stagioni, solo 16 euro (compreso il buffet che verrà offerto alla fine di ogni spettacolo) con la possibilità di un abbonamento per l’intera stagione al costo di 175 euro.

Due settimane dopo lo spettacolo di Max Paiella, l’8 novembre, ad esibirsi sul palco di Viale del Sole, sarà la volta di Rocco Barbato e del suo ‘Menefotto’, una specie di diario tragi-comico della sua esperienza di emigrante calabrese con la realtà nevrotica di Milano.

Il venerdì dopo (15 novembre) tornerà un beniamino del pubblico di Lavinio, Paolo Triestino, stavolta in coppia con Giovanni Baglioni, per raccontari in uno spettacolo fuori dal comune, delicato e divertente, la loro passione per il cioccolato in ‘Note di cioccolato’.

Il terzo appuntamento di novembre vedrà i ‘cocchi di casa’, il duo I carta bianca, artisti del nostro territorio, che per l’occasione si sono ‘allargati’ a trio con la partecipazione della giovane e scoppiettante Sara Santostasi, che andranno in scena con la seconda saga della loro esilerante ‘E’ tutta un’altra storia. Vol.2°’ .

A chiudere la programmazione del 2018 ci saranno, il 6 dicembre, il duo Francesco Stella e Giuliano Calandra con ‘Chi muore si rivede’, divertente spettacolo che vede protagonisti due impresari di Pompe Funebri alle prese con un funerale difficile da realizzare.

Ad aprire l’anno nuovo ci penserà un trio di operai della cosiddetta Roma est, Rumania: Christian Generosi, Fabrizio Gaetani e Mauro Belisario in ‘Vacanze rumene’, in programma il 24 gennaio.

I due spettacoli di febbraio, vedranno assecondarsi sul palco di Un1ko due coppie di artisti, in due spettacoli dal sapore un pò piccante… venerdì 7 sarà la volta di Daniela Stalteri e di Vincenzo Diglio e del loro ‘Sex ed equivoci’, e due settimane dopo (21 febbraio) di Fabrizio Sabatucci e Cristiana Vaccaro con la divertente ‘Pretazioni straordinarie’.

Purtroppo al momento della presentazione la casella dello spettacolo del 6 marzo è rimasta vacante a causa di un sopraggiunto impegno di lavoro di Francesca Nunzi, che doveva portare sul palco di Uniko il suo ultimo monologo: ‘Le Dee cadute’. La Direzione si è messa subito all’opera per trovare una degna sostituzione, sempre di grande spessore, alla simpatica attrice romana.

Venerdì 20 marzo andrà in scena la verve toscana di Sergio Sgrilli, volto storico di Zelig, che per l’occasione tornerà al suo vecchio amore: la musica con ‘Raccontando canzoni’.

Lo spettacolo successivo (3 aprile) sarà quello già menzionato con la presentazione delle due giovani vincitrici del Premio Uniko 2018, Floriana Corlito e Roberta Pompili e il loro ‘Quelle che hanno perso il corteo’,

A concludere la manifestazione è stata chiamata colei che l’anno scorso l’ha aperta, un mostro sacro del teatro italiano: Maria Grazia Scuccimarra, che il 17 aprile -tralasciati i ricordi adolescenziali dei monologhi che l’hanno resa famosa- ci presenterà un stand-up comedy moderna e divertente sul mondo che ci circonda oggi: ‘Così impari cretina’ .

Come si è avuto modo di vedere, tutti e dodici gli spettacoli, sono programmati sempre e rigorosamente il venerdì sera alle ore 21,15, e questo per dar modo di lasciare gli altri due giorni del weekend alle altre due manifestazioni che già da qualche anno si affiancano e completano la stagione del teatro Un1ko, il cosiddetto ‘L’altro Uniko’, rassegna di quattro spettacoli sotto la direzione artistica di Salvatore Santucci’, e la rassegna teatrale ‘Nella terra di Enea’, giunta alla sua quarta edizione, organizzata dalla Compagnia Teatrale ‘Arte Povera’.

La domenica alle ore 17,30 troveranno, infatti collocazione, i quattro spettacoli della proposta de  ‘L’altro Uniko’, il cartellone ‘più serioso’, nato dalla collaborazione di Uniko con l’Associazione culturale ‘La Teca’ di Salvatore Santucci. Decisamente un teatro diverso, da ‘nicchia’, che aprirà i battenti il 24 novembre con Novecentodi Alessandro Baricco, interpretato da Antonello Avallone.

Domenica 26 gennaio 2020, invece, sarà la volta di Salvatore Santucci, accompagnato dalla chitarra di Stefano Ciotola, in una rivisitazione dell’uomo dal fiore in bocca, con ‘Pirandello… oggi‘, a cui seguirà il 23 febbraio un altro adattamento di Santucci, stavolta da Kafka, ‘Relazione per un’Accademia‘, dove sarà una scimmia a raccontare a degli accademici il perché del suo scegliere di diventare un uomo. Una ‘metamorfosi’ al contrario, dove è l’animale a diventare uomo.

A concludere la rassegna sarà, il 15 marzo, Loredana Piedimonte con ‘Opera Pia‘,di Gianfranco Vergoni  per la regia di Nicola Pistoia; storia di una donna e di un incontro con un uomo venuto da lontano, uno dei tanti disperati in fuga alla ricerca di un futuro.

Infine ci sarà la 4^ rassegna di teatro amatoriale ‘Terra di Enea’, che porterà sul palcoscenico di Uniko, da novembre a marzo, 10 spettacoli (questi previsti di domenica, ma con l’eccezione di alcuni spettacoli spalmati in due serate sabato e domenica), di cui tre presentati dalla Compagnia Arte Povera di Lavinio che organizza la manifestazione e sette da parte di altre compagnie del circuito FITA e UILT provenienti da tutta Italia.

Aprirà la Compagnia di casa con ‘Nu’ bambeniello e tre San Giuseppe’ che saranno portati in scena il 26 e il 27 ottobre, e la stessa Arte Povera sarà protagonista dello spettacolo del 15 dicembre (‘Natale in casa Cupiello’) e di quelli di conclusione, il 7 e 8 marzo con ‘Non ti pago’.

A contendersi il Premio ‘Nella Terra di Enea’, si alterneranno sul palco di Uniko La Compagnia ‘Araba Fenice’ di Roma il 10 novembre con ‘Lo zoo di vetro’, il 30 novembre ‘La banda degli onesti’ di Altamura con ‘Il papà in affitto‘, il 12 gennaio 2020 la Compagnia ‘Degli evasi’ di La Spezia con ‘Se devi dire una bugia dilla grossa’.

Il secondo spettacolo di gennaio, andrà in scena il 19, proposto dalla Compagnia ‘E’ tutta scena’ di Roma, che presenterà ‘Il Papocchio’, mentre il 9 febbraio sarà la volta della Compagnia ‘La Gilda dei guitti’ di  Frascati con ‘Non tutti i ladri vengono per nuocere’.

A concludere la manifestazione ci saranno la Compagnia ‘La traussa’ di Spoleto con ‘La puntura no, no, no’ e ‘Vulimm vulà’ di Pozzuoli con ‘Questi fantasmi’.

Il biglietto di ogni spettacolo di questa rassegna costerà 10 euro.

Dopo ogni spettacolo, come sempre, sarà offerto a tutti i presenti un rinfresco da parte di uno degli sponsor, che a dover di cronaca vanno citati perchè sono quelli che permettono la realizzazione di eventi di questo genere.

Ai vecchi dell’anno scorso, se ne è aggiunto uno nuovo: il Ristorante Messicano El Mosquito, che va ad affiancare gli altri, ossia il Ristorante Porto Innocenziano, Agriturismo Vallemaggio, Pizzeria-Ristorante Antico Grottino, Ristorante Los Hermanos, Pinseria Retro, Ristorante Saint Tropez, Bar-Pasticceria Sesta dei fratelli Fortini, Cubacaffè, Ferramenta Fai da te, Itema Impianti e l’ormai classica Pizzeria-Bisteccheria La Regina, a cui si deve, già da un paio d’anni, il buffet di fine spettacolo.

Per tutte le informazioni basta telefonare nelle ore si segreteria (da lunedì a venerdì dalle 16,30 alle 20,00) al 347 6644361 o al 348 0524676 oppure ad info@crazyschool.it

Maurizio D’Eramo