ALMANACCO DELLA SETTIMANA DAL 1° al 7 MAGGIO

ALMANACCO DELLA SETTIMANA DAL 1° al 7 MAGGIO

IL SOLE…

Lunedì 1° maggio: Sorge alle ore 6:08   e  cala  alle ore  20:07

Martedì 2 maggio: Sorge alle ore  6:07  e  cala  alle ore  20:08

Mercoledì 3 maggio: Sorge alle ore 6:06 e  cala  alle ore  20:09

Giovedì 4 maggio: Sorge alle ore  6:04   e  cala  alle ore  20:10

Venerdì 5 maggio: Sorge alle ore  6:03  e cala alle ore 20:11

Sabato 6 maggio: Sorge alle ore  6:02  e  cala  alle ore  20:12

Domenica 7 maggio: Sorge alle ore 6:00  e cala alle ore 20:13

 

 

LA LUNA…

Fase lunare: Luna crescente; Primo quarto il 3 maggio alle 04,48.

Prossima luna piena mercoledì 10 maggio.

 

      

IL SANTO DEL GIORNO… 

Lunedì 1° maggio: San Giuseppe Artigiano;

Martedì 2 maggio: Sant’Atanasio di Alessandria, vescovo e dottore della Chiesa;

Mercoledì 3 maggio: Santi Filippo e Giacomo minore Apostoli;

Giovedì 4 maggio: San Ciriaco di Gerusalemme;

Venerdì 5 maggio: Santa Irene;

Sabato 6 maggio: San Domenico Savio;

Domenica 7 maggio: Santa Flavia Domitilla;

 

ACCADDE OGGI: (Storia e curiosità)

1° maggio:

1840 – Il primo francobollo, il Penny nero, viene messo in vendita nel Regno Unito;

1869 – Vengono inaugurate a Parigi le ‘Follies Bergére’;

1886 – Inizio dello sciopero generale che porterà ad ottenere le otto ore lavorative negli USA; Questo evento viene commemorato ancora oggi con la Festa del 1° maggio. La data ricorda anche le vittime di Chigago, morte all’inizio delle lotte operaie;

1893 – Buffalo Bill mette in scena il suo primo Wild West Show;

1925 – Viene pubblicato il ‘Manifesto degli intellettuali antifascisti;

1925 – Viene inaugurato a New York l’Empire State Building;

1947 – Portella delle Ginestre, il bandito Salvatore Giuliano uccide 11 persone e ne ferisce altre 27, durante un comizio politico;

1956 – Il vaccino antipoliomelite sviluppato da Jonas Salk, viene reso disponibile al pubblico;

1960 – Francis Gary Powers, a bordo di un aereo-spia U-2, viene abbattuto nel cielo dell’Unione Sovietica; il fatto scatena una crisi politica tra URSS e USA;

2009 – La FIAT acquisisce il controllo operativo di Chrysler;

2015 – Viene inaugurata l’Esposizione Universale di Milano

RICORRENZE: Festa del lavoro;

EuroMayDay Parade, manifestazione transnazionale di precari e migranti

 

2 maggio:

1519 – Ad Amboise (Francia), muore Leonardo da Vinci;

1889 – Menelik II°, imperatore d’Etiopia, firma un trattato d’amicizia con l’Italia,cedendole il controllo dell’Etiopia;

1933 – Viene riportato  il primo avvistamento moderno del Mostro di Loch Ness;

1945 – l’Unione Sovietica annuncia la caduta di Berlino e i soldati russi issano la bandiera rossa sul Reichstag;

1997 – Il leader del Partito Labourista Tony Blair, diventa primo ministro del Regno Unito, dopo 18 anni di governo conservatore. A 43 anni, è il più giovane primo ministro degli ultimi 185 anni;

1998 – A Bruxelles viene fondata la Banca Centrale Europea che ha lo scopo di definire le politiche monetarie dell’Unione Europea;

2011 – Durante un assalto di Navy Seal statunitensi, statunitensi, presso Abbottabad, in Pakistan, viene uccisio il terrorista Osma Bin Laden, leader di Al-Qaida e mandante degli attentati dell’11 settembre 2001;

 

3 maggio:

1915 – L’Italia ripudia la Triplice Alleanza; il 24 maggio entrerà in guerra contro l’Austria;

1937 – Il romanzo ‘Via col vento’ di Margaret Mitchell, vince il Premio Pulitzer;

1968 – A Parigi avvengono le prime cariche della polizia contro studenti in protesta: è l’inizio del Maggio francese;

1979 – Margareth Thatcher è nominata Primo Ministro Britannico;

1985 – La Microsoft lancia sul mercato Excel;

1991 – Viene trasmesso l’ultimo episodio della soap oper ‘Dallas’;

1998 – Jacques Chirac e Helmut Kohl firmano l’accordo sulla nomina del Presidente della Banca Centrale Europea: è la nascita dell’Euro;

2002 – L’Euro diventa la valuta ufficiale dei paesi dell’Unione Monetaria Europea;

2005 – Dopo 35 anni, la Corte di Cassazione assolve tutti gli imputati della Strage di Piazza Fontana, e condanna al pagamento delle spese processuali i parenti delle vittime e le parti civili

RICORRENZE: Giornata mondiale dell’Asma;

Giornata mondiale UNESCO della libertà di stampa;

 

4 maggio:

1493 – Papa Alessandro VI° risolve la disputa riguardo ai territori del Nuovo Mondo tra Spagna e Portogallo, emanando la Bolla ‘Inter Caetera’:

1789 – A Versailles, avviene l’Apertura degli Stati Generali;

1814 – Napoleone Bonaparte arriva sull’Isola d’Elba per il suo primo esilio;

1930 – La polizia britannica arresta il Mahatma Gandhi e lo rinchiude nella Prigione Centrale di Yeravda;

1932 – Ad Atlanta, il gangster Al Capone inizia a scontare una condanna a 11 anni per evasione fiscale;

1949 – Il Governo firma l’accordo sull’ingresso dell’Italia nella NATO;

1949 – Sulla collinetta di Superga,vicino a Torino, si schianta l’aereo che riportava in patria i giocatori del ‘Grande Torino’; moriranno tutti;

1990 – A Groote Schuur, in Sud Africa, firma tra Nelson Mandela del Congresso nazionale africano (ANC) e Frederik Willem de Klerk, l’allora Presidente del Sud Africa, nonché capo del National Party. Il documento segna di fatto l’inizio dei negoziati che porteranno alla fine della apartheid in Sud-Africa;

1994 – Il primo ministro israeliano Rabin e e il leader dell’OLP, Arafat, firmano un accordo di pace, che riguarda l’autonomia palestinese, e garantisce l’auto governo a Cisgiordania e Gerico

RICORRENZE: Star Wars Day;

 

5 maggio:

1800- Il Parlamento britannico approva l’Atto di Unione con cui si stabilisce l’unione del Regno d’Irlanda al Regno di Gran Bretagna;

1821 – Napoleone Bonaparte muore in esilio sull’isola britannica di Sant’Elena. Le cause del decesso sono ancor oggi oggetto di dibattito;

1860 – Dallo scoglio di Quarto di Genova partono due piroscafi, il Piemonte e il Lombardo, con a bordo i Mille di Garibaldi; è l’inizio della spedizione che porterà all’unificazione del Regno delle Due Sicile all’Italia;

1925 – A Dayton, negli USA, l’insegnante di biologia John Scopes viene arrestato per aver insegnato la Teoria dell’evoluzione di Darwin;

1936 – Con l’ingresso delle truppe italiane ad Addis Abeba, ha termine il conflitto italo-etiopico;

1946 – Da un’idea del giornalista sportivo Massimo Della Pergola, viene varata la schedina della SISAL, progenitrice del Totocalcio;

1947 – Primo volo di una linea aerea italiana del dopoguerra, lungo la tratta Torino-Catania, con scalo a Roma;

1949 – Viene costituito il Consiglio d’Europa;

1961 – Nell’ambito del programma spaziale americano Mercury, Alan Shepard diventa il primo americano a viaggiare nello spazio. Compirà un volo spaziale di meno di 15 minuti, percorrendo meno di un’orbita completa della terra.

RICORRENZE: Giornata internazionale delle ostetriche;

Giornata dell’Europa (per l’anniversario del trattato di Londra);

 

6 maggio:

1527 – I Lanzichenecchi,  truppe tedesche al servizio di Carlo V° d’Asburgo, saccheggiano Roma;

1889 – La Torre Eifell viene ufficialmente aperta al pubblico, durante l’Esposizione Universale di Parigi;

1906 – Si corre in Sicilia la prima edizione della Targa Florio, la famosa corsa automobilistica;

1928 – Il dirigibile Italia, comandato da Umberto Nobile, ormeggia nella Baia del Re, dove si trova la nave appoggio “Città di Milano”, giunta dall’Italia;

1937 – Lo Zeppelin tedesco LZ 129 Hindenburg prende fuoco e viene distrutto nel giro di un minuto, mentre tentava di atterrare a Lakehurst (USA), uccidendo oltre 30 persone;

1973 – Il Senato USA inizia l’inchiesta sullo scandalo Watergate;

1976 – Violento terremoto in Friuli, ingentissimi i danni e oltre 1000 i morti di cui la maggior parte nelle zone centro-nord;

1994 – Elisabetta II° e il presidente francese Mitterand inaugurano l’apertura   dell’Eurotunnel sotto la Manica che collega l’Inghilterra alla Francia;

2006 – Muore Lilian Asplund, l’ultima testimone oculare della tragedia del Titanic, ancora in vita. All’epoca dei fatti aveva sei anni;

2013 – Muore a Roma, il  7 volte presidente del consiglio Giulio Andreotti

RICORRENZE: Giornata internazionale contro le diete;

 

 

7 maggio:

1348 – Apre l’Università Carolina di Praga, la più antica dell’Europa centrale;

1664 – Re Luigi XIV° inaugura la reggia di Versailles;

1898 – Il generale Bava-Beccaris ordina all’esercito di sparare sulla folla che manifesta contro l’aumento del prezzo del pane. I morti sono 80 secondo il Governo, oltre 300 secondo l’opposizione;

1921 – Coco Chanel, tra 24 campioni di fragranza, sceglie quella che diventerà nota come Chanell n°5;

1942 – In Italia tutti gli ebrei tra  i 18 e i 55 anni sono precettati per il servizio militare. Fino a quel momento le leggi razziali impedivano loro il servizio militare;

1946 – Viene fondata la Tokyo Telecommunications Engineering (in seguito ribattezzata Sony);

1952 – Geoffrey W.A.Dummer pubblica il concetto di Circuito integrato, la base di tutti i computer moderni;

1998 – La Apple Computer presenta l’i-Mac

 

 

 

 

LA LENTE: UNO SGUARDO           

  ALLA NOTIZIA DELLA SETTIMANA

  (7.8.1898 – Il Generale spara sulla folla)

 

 

Negli anni immediatamente successivi all’Unità, era stato particolarmente il Sud a esprimere un profondo malcontento attraverso il fenomeno del brigantaggio, tanto che nel 1863 il governo (di destra, retto da Minghetti) vara una “legge speciale” , la legge Pica, che stabilisce lo stato di guerra nei territori dell’ex Regno delle Due Sicilie e contempla l’adozione della legge marziale.

Risolto il problema del brigantaggio, ecco che fra il 1868 e il 1869 si assiste al sorgere dei cosiddetti moti del macinato, scaturiti dalla spontanea sollevazione popolare contro il rincaro del prezzo del pane. Con fasi alterne, la protesta serpeggia più o meno latente in tutta Italia fino al 1874 (secondo governo Minghetti), quando in Emilia Romagna si verifica un tentativo insurrezionale soffocato sul nascere.

Nel 1876 la destra al governo cede il posto alla sinistra, ma non per questo la protesta popolare viene meno: al contrario, si moltiplicano le trovate non sempre felici dei contestatori all’epoca più accesi, come gli anarchici — degni di nota sono gli attentati del biennio 78-’79, fra i quali si distingue il primo e sfortunato tentativo di eliminare Umberto I, ad opera di Giovanni Passanante.

La situazione si fa rovente a partire dagli anni Ottanta, che registrano una serie di scioperi nel Nord.

L’ultimo decennio del secolo si apre con altre violente sollevazioni popolari nel Sud della penisola, che confluiranno nella fondazione dei Fasci siciliani fra il 1893 e il 1894; contemporaneamente il mondo contadino si agita anche in Lunigiana.

Crispi, succeduto a Giolitti alla guida del Governo, reprime le rivolte di contadini e minatori con l’aiuto dell’esercito, ponendo la Sicilia in stato d’assedio e riportando in auge, a ottobre, leggi speciali “contro la sovversione sociale” che decretano lo scioglimento delle associazioni operaie e socialiste.

La pessima annata del 1897 e la conseguente stagione di rincaro della vita esasperano gli animi: il 1898 segna l’esplosione di una irrefrenabile collera popolare accumulatasi in quarant’anni. Non è azzardato sostenere che il 1898 rappresenta un autentico spartiacque, il punto cruciale in cui convergono e si intrecciano molti problemi fondamentali dell’Italia contemporanea, e fra i quali forse si annidano anche i prodromi del terrorismo di Stato.

L’anno si apre con una vittima, la prima, proprio in Sicilia: è il 2 gennaio quando, a Siculana, la polizia spara sulla folla che protesta per avere pane e lavoro uccidendo un contadino. Innumerevoli manifestazioni, sempre represse dal governo, si svolgono in tutta Italia per il pane, il lavoro e contro le imposte (i contadini sono costretti a pagare un’imposta anche sugli animali da tiro).

Il 15 gennaio il prezzo del pane viene portato da 45 a 50 centesimi al chilo. La reazione popolare non si fa attendere: il 16 gennaio la polizia carica i manifestanti a Forlì, e fra il 17 e il 20 la rabbia popolare esplode anche ad Ancona e a Senigallia, dove interviene un battaglione di fanteria inviato da Pesaro. Davanti a tante proteste, il governo decreta la riduzione di due lire al quintale del dazio sul grano. Ma ormai la protesta dilaga in tutta Italia.

In aprile scoppia la guerra ispano-americana, col risultato di far aumentare il prezzo del grano e della farina, anche grazie all’indifferenza del governo che avrebbe potuto benissimo evitare il rincaro del pane sospendendo almeno temporaneamente, come aveva chiesto l’opposizione, il dazio sulla farina.

La protesta, mai così giustificata, divampa in tutto il paese, e le forze dell’ordine sono chiamate a intervenire dovunque, ma sarà a Milano che la protesta assume una svolta decisiva a Milano

E’ il 6 maggio: verso mezzogiorno, alcuni agenti di polizia si infiltrano tra gli operai della Pirelli di via Galilei; approfittando della pausa pranzo, in fabbrica si aggirano dei propagandisti che distribuiscono i volantini di protesta, su cui fra l’altro sta scritto che è il governo il vero responsabile della carestia che travaglia il paese. La polizia arresta sindacalisti e operai, e deve muoversi Filippo Turati (deputato dal 1896) per farli rilasciare praticamente tutti: in questura ne resta solo uno.

I lavoratori della Pirelli reclamano la liberazione del compagno, e durante la protesta c’è una sassaiola a cui la fanteria risponde aprendo il fuoco: il bilancio è di tre morti e numerosi feriti.

La popolazione milanese reagisce compatta: per il giorno seguente, 7 maggio, viene proclamato uno sciopero generale di protesta al quale la cittadinanza aderisce in massa riversandosi nelle strade principali della città.

Nel pomeriggio di quella stessa giornata, il governo, irremovibile nel vedere dietro i disordini una inesistente trama rivoluzionaria, decreta per Milano lo stato d’assedio, affidando i pieni poteri al generale Fiorenzo Bava Beccaris (1), che insedia sotto una tenda da campo, in piazza del Duomo, il suo quartier generale. L’8 maggio i cannoni entrano in azione contro le barricate e la folla, composta come sempre anche da donne, vecchi e bambini. L’ordine è di sparare ad alzo zero: restano uccise centinaia di persone, e accanto ai morti si potranno contare oltre un migliaio di feriti più o meno gravi.

Il numero esatto delle vittime non è mai stato precisato, ma stime ragionevoli  parlano di circa 350.

Il generale Bava Beccaris, emanò una serie di decreti liberticidi e ormai del tutto ingiustificati – fece sciogliere associazioni e circoli “sovversivi” e cattolici, arrestare deputati e organizzatori socialisti, repubblicani, anarchici, nonché sopprimere la stampa d’opposizione. Lo stato d’assedio venne mantenuto per diverso tempo, anche non ce n’era più bisogno.

La degna conclusione di questa desolante pagina di storia patria fu il conferimento al valoroso generale Bava Beccaris della croce di Grande Ufficiale dell’ordine militare di Savoia, per aver “reso un grande servigio al Re e alla patria”.

 

 

NATI IL…

Lunedì 1° maggio

1908: Giovannino Guareschi, scrittore e giornalista italiano; 1916: Glenn Ford, attore statunitense; 1939: Aba Cercato, conduttrice televisiva e annunciatrice televisiva italiana; 1955: Ricky Tognazzi, attore, regista e produttore cinematografico italiano; 1982: Tommy Robredo, tennista spagnolo.

Martedì 2 maggio:

1930: Marco Pannella, politico e giornalista italiano; 1955: Donatella Versace, stilista italiana; 1958: Giuseppe Dossena, dirigente sportivo, allenatore di calcio e ex calciatore italiano; 1971: Maria Sole Tognazzi, regista italiana; 1980: Francesco Facchinetti, conduttore televisivo, disc-jockey e cantante italiano.

Mercoledì 3 maggio:

1469: Niccolò Machiavelli, storico, scrittore e drammaturgo italiano; 1845: Pietro Barilla, imprenditore italiano, 1898: Golda Meir, politica israeliana; 1901: Gino Cervi, attore e doppiatore italiano; 1951: Massimo Ranieri, cantante, attore e personaggio televisivo italiano; 1953: Francesco Profumo, ingegnere elettrotecnico e accademico italiano; 1968: Debora Caprioglio, attrice italiana.

Giovedì 4 maggio:

1926: Enzo Garinei, attore e doppiatore italiano; 1950: Renato Vallanzasca, criminale italiano; 1964: Rocco Siffredi, attore pornografico, regista e produttore cinematografico italiano.

Venerdì 5 maggio:

1818: Karl Marx, filosofo, economista e storico tedesco; 1914: Tyrone Power, attore cinematografico statunitense; 1988: Adele, cantautrice britannica.

Sabato 6 maggio:

1758: Maximilien de Robespierre, politico, avvocato e rivoluzionario francese; 1956: Sigmund Freud, neurologo e psicoanalista austriaco; 1895: Rodolfo Valentino, attore e ballerino italiano; 1915: Orson Welles, attore, regista e sceneggiatore statunitense; 1953: Tony Blair, politico britannico.

Domenica 7 maggio:

1711: David Hume, filosofo e storico scozzese; 1840: Pëtr Il’ic Cajkovskij, compositore russo; 1901: Gary Cooper, attore statunitense; 1919: Evita Perón, politica argentina; 1922: Raimondo Vianello, attore, conduttore televisivo e sceneggiatore italiano; 1935: Giammaria Visconti di Modrone, imprenditore italiano; 1957: Barbara d’Urso, conduttrice televisiva e attrice italiana.

 

, , , , , , , , , , ,