Al Forte Sangallo di Nettuno arriva Shingle22J, la Biennale d’arte contemporanea

Al Forte Sangallo di Nettuno arriva Shingle22J, la Biennale d’arte contemporanea

Al Forte Sangallo di Nettuno inaugurata la quinta edizione di Shingle22j, la Biennale d’arte contemporanea organizzata dalla Trezeri42 e dedicata quest’anno al cibo e all’alimentazione

 Tra le opere esposte “Conserve d’artista” di Dario Di Franco, quelle dell’Accademia delle Belle Arti di Roma e del Museo d’arte diffusa. Tanti anche gli eventi di poesia e arte performativa in programma fino al 14 giugno. Info su: http://www.shingle22j.com/

 

Opere d’arte, stampe digitali, collage fotografici, videoinstallazioni e tanti eventi di poesia e arte performativa per rLOCANDINA nettuno-001accontare attraverso il linguaggio dell’arte contemporanea il tema del cibo e dell’alimentazione. È quanto propone la quinta edizione di Shingle22J, la Biennale d’arte contemporanea di Anzio e Nettuno inaugurata il 4 giugno al Forte Sangallo di Nettuno. La Biennale, organizzata dall’associazione culturale della Trezeri42 e dedicata quest’anno al cibo, dopo il successo raccolto a maggio ad Anzio, è pronta a regalare fino al 14 giugno un viaggio unico fatto di colori, parole, musica e riflessioni artistiche, raccontando il cibo a 360 gradi e toccando anche questioni legate allo spreco alimentari e ai disturbi alimentari. Tra le opere esposte il pubblico potrà ammirare “Conserve d’artista” di Dario Di Franco, che impreziosisce la sezione ospiti di questa Biennale 2015; ma anche quelle dell’Accademia delle Belle Arti di Roma e del Museo D’Arte Diffusa (Mad). Ed ancora i visitatori potranno vedere il video “Io sottraggo. La triangolazione cibo-corpo-peso”, di Giovanna Lacedra su anoressia e bulimia. Il video, insieme ad una video-intervista fatta alla giovane donna, sarà proiettato il 6 giugno.

“Siamo soddisfatti – ha spiegato Stefano Chiappini, presidente della Trezeri42 durante l’inaugurazione – di essere riusciti anche per questa edizione 2015 ad avere come sede espositiva il Forte Sangallo di Nettuno. Quest’anno abbiamo voluto mettere ancor di più in risalto la programmazione destinata alla città di Nettuno con ospiti di eccezione e con una programmazione ad hoc per tutto il week-end”.foto di gruppo inaugurazione biennale nettuno Alla cerimonia di inaugurazione, molto sentita e partecipata e presentata da Fancy Menei Hurtado, erano presenti anche l’artista Dario Di Franco, Ugo Magnanti curatore della sezione Poesia Performativa e Andrea Mingiacchi, ideatore e curatore dal 2007 della Biennale, nonché consigliere comunale ad Anzio. Mingiacchi ha sottolineato il “grande valore dell’arte contemporanea e di questa Biennale pensata come uno sbarco culturale e come un modo per riflettere insieme e confrontarsi su tanti temi d’attualità, grazie proprio al linguaggio dell’arte contemporanea che supera ogni confine geografico.”

 Le opere della Biennale 2015 – Al Forte Sangallo di Nettuno Shingle22j propone al pubblico quattro foto2sezioni: la sezione Accademia delle Belle Arti, la sezione Ospiti, la sezione Mad e la sezione poesia e arte performativa. La sezione Accademia delle Belle Arti, a cura a cura di Enrico Pusceddu, è dedicata ai giovani talenti che studiano presso l’Accademia e che porteranno il loro contributo sul tema scelto quest’anno per Shingle22j. Tante le opere esposte come “Nei miei panni”, collage fotografico stampato su cartone realizzato da Mara Chisu e Barbara Limongi, “Similar but different” fotografia digitale di Simone Cera; “Mangio: sono”, installazione di Mara Cimmino; “L’uomo? È ciò che mangia” di Morena Foglia; “Social Breakfast” stampa digitale su forex di Victor Giuliani; “Food Code” installazione di foto1Giuseppe Gagliardi, Cristina Moffa e Monica Vinci. Ed ancora “Mangiamo quello che siamo” installazione di Carlo Pio Guerra, “E tu che cibo sei?” video installazione di Karin Latino e Alessio Corcio, “Interior” pannello singolo e trittico di Ostap Opryshko; “Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei” video installazione di Paolo Putortì; “Limite invalicabile” installazione ambientale di Federica Valenzisi e Silvia Valente; “Come mangi/sei?” stampa digitale su foglio acetato di Gioele Viterbo. 

conserve d'artista opera di dario di franco-001Conserve d’artista” di Dario Di Franco è, invece, l’opera protagonista della sezione Ospiti, curata da Guendalina Sabba. L’opera è un’installazione new pop composta da circa 200 elementi ognuno diverso dall’altro, numerato e datato cronologicamente attraverso la quale l’artista analizza l’aspetto materiale e consumistico della società. Gli oggetti, che si trovano all’interno dei barattoli di vetro, sono ricordi personali dell’artista, ma anche oggetti raccolti durante i viaggi o trovati per strada, messi poi sotto vetro e conservati per trasmetterne la memoria e l’emozione attraverso il tempo e lo spazio. Conserve d’artista è un’opera in continua evoluzione che si amplia di volta in volta di nuovi elementi. Ad impreziosire Shingle22J è anche la sezione dedicata al Museo d’Arte Diffusa (Mad), curata da Fabio D’Achille, con le opere di Paola Acciarino (fotografia), Tommaso Andreocci (pittura), Angela Maria Antuono (fotografia), Claudio Asquini (fotografia), l’argentino Francisco Bosoletti (pittura), Antonella Catini (pittura), Cecilia de Paolis (design), Massimo Palumbo (installazioni), Nicoletta Piazza (scultura), Marcello Scopelliti (fotografia). foto4Infine la Biennale d’arte contemporanea di Anzio e Nettuno racconta il cibo anche attraverso il linguaggio della poesia grazie alla sezione poesia e arte performativa a cura di Ugo Magnanti, che fino al 14 giugno proporrà una serie di eventi ad hoc. “Anche quest’anno – ha aggiunto Stefano Chiappini, presidente dell’associazione Trezeri42 – siamo onorati di aver dato spazio ai giovanissimi artisti e studenti dell’Accademia delle Belle Arti di Roma, che ci hanno donato la loro freschezza con le loro opere. Un ringraziamento va anche a Fabio D’Achille del MAD di Latina e nuovamente a Ugo Magnanti per la sezione performativa”.

 Eventi del week-end: Tra gli eventi in programma questo fine settimana al Forte Sangallo di Nettuno: appuntamento con il Mad venerdì 5 giugno, alle ore 19.00, con Stefania Romagna, Annamaria Leonardi, Mariangela Fiorini, Elisa Rinaldi e Francesca Pannone che daranno vita a una seconda performance dal titolo “Un ragno di plastica”. bien Sabato 6 giugno, invece, i visitatori ed i curiosi potranno vedere il video “Io sottraggo. La triangolazione cibo-corpo-peso” di Giovanna Lacedra, dato che l’artista lucana non potrà venire ad esibirsi come da programma. Nel video, dove le riprese e l’editing è a cura di Giacomo Vanetti, l’artista racconta il suo dramma legato all’anoressia e alla bulimia. Sarà poi proiettata una videointervista fatta alla giovane donna dal titolo “Peso Fragile”, realizzata da Morosi e Maffai della Scuola di giornalismo “Walter Tobagi – Università Statale di Milano per il progetto ExpoStories ed infine si potrà vedere un video di autoscatti del 2005 che raccoglie anche le letture dei Diari 2005 sempre della Lacedra. Il video è stato realizzato da Antonio Delluzio.

foto3Shingle22j rinnova l’appuntamento anche per domenica 7 giugno alle ore 18.00 con l’arte performativa, a cura di Ugo Magnanti, e con Helena Velena, Gianni Godi e Flavio Sciolè. Sabato 13 giugno, sempre alle ore 18.00, altro evento di poesia-arte performativa con Ilaria Palomba, Cristiano Quagliozzi, Nina Maroccolo, Kyrahm e Julius Kaiser, a cura di Ugno Magnanti. Infine domenica 14 giugno la Biennale d’arte contemporanea invita tutti alla cerimonia di chiusura e all’evento finale di poesia e arte performativa che avrà per protagonisti: Tomaso Binga, Analia Beltràn i Janes, Contrito Piaciu.

L’esposizione al Forte Sangallo di Nettuno sarà aperta al pubblico dal 4 al 14 giugno dalle ore 9.30 / 12.30 e dalle ore 17.00/ 21.00 dal martedì alla domenica. Ingresso gratuito.

Info su: http://www.shingle22j.com/

 __________________________________

L’addetta stampa Luisa Calderaro
Info su:
http://www.shingle22j.com/

 

V edizione Shingle22j, la Biennale d’arte contemporanea di Anzio e Nettuno

Con il Patrocinio della Regione Lazio, del Comune di Anzio e del Comune di Nettuno. Si ringraziano i Comuni di Anzio e di Nettuno per la concessione degli spazi espositivi, gli sponsor, gli sponsor tecnici e i media partner