Ad Anzio appuntamento con Spiagge e fondali puliti, iniziativa di Legambiente

Ad Anzio appuntamento con Spiagge e fondali puliti, iniziativa di Legambiente

Il 1 giugno il circolo Le rondini di Anzio e Nettuno pulirà la spiaggia libera di Marechiaro

spiaggeTorna questo week-end l’appuntamento con Spiagge e Fondali puliti 2014, l’iniziativa di Legambiente per ripulire spiagge e fondali dai rifiuti in programma il 23, il 24 e il 25 maggio in tutta Italia. Anche quest’anno saranno numerosi gli appuntamenti in tutta Italia per dare il via ad una grande pulizia “corale” dei litorali da ogni tipo di rifiuto abbandonato, grande e piccolo. Un gesto di valore civile da condividere con la famiglia, gli amici, la propria classe o i colleghi di lavoro, per restituire alle spiagge tutta la loro godibilità ma soprattutto per riscoprire il senso di appartenenza alla bellezza del nostro Paese. Nel Lazio ad Anzio l’appuntamento sarà posticipato domenica 1 giugno dalle ore 9.00 alle ore 10.00 con il circolo di Legambiente “Le rondini di Anzio e Nettuno” che si occuperà della pulizia della spiaggia libera di Marechiaro, a destra dello stabilimento Blue Bay.Tra gli altri eventi in programma questo fine settimana: venerdì 23, a partire dalle 9.30, spiaggia e dune di Capocotta – Ostia, l’appuntamento presso lo stabilimento balneare Mediterranea, via Litoranea km8. Sabato 24 il Porto di Sperlonga s.r.l. organizzerà invece la pulizia dei fondali della darsena di Sperlonga, in collaborazione con il diving club, il comune e la scuola media locale.

Il mare e le spiagge non sono terra di nessuno, ci appartengono – dice Rossella Muroni, direttrice generale di Legambiente – Rappresentano un patrimonio nazionale di inestimabile valore che il resto del mondo ci invidia. Facciamo la nostra parte per proteggere questa immensa ricchezza dalle insidie dell’inquinamento e dell’illegalità”.

La tre giorni di Spiagge e fondali puliti – organizzata da Legambiente in collaborazione con Cial, Mareblu, Virosac e la Campagna di promozione del sughero – sarà, infatti, l’occasione per denunciare gli abusi consumati ai danni del mare, rivendicare il diritto di libero accesso alle spiagge per tutti, promuovere il turismo sostenibile e stili di vita compatibili con la salute dell’ambiente”. Abbandonare in spiaggia mozziconi di sigarette, bottiglie e buste di plastica o lattine, significa provocare un danno alle cose e all’ecosistema marino. I tempi di degrado dei rifiuti gettati in mare sono molto lunghi: ad esempio ci vogliono tre mesi per un fazzoletto di carta, da 1 a 5 anni per un mozzicone di sigaretta; da 4 a 12 mesi per il giornale; circa cinque anni per la gomma da masticare e per la carta plastificata. Invece il riciclo di questi materiali potrebbe dar vita alla produzione di nuovi oggetti: con 3 lattine di alluminio si possono ricavare un paio di occhiali; con 800 lattine una bicicletta; con 37 lattine una caffettiera; con 20 bottiglie di plastica un pile da indossare. Per questo l’associazione ambientalista ribadisce l’importanza di diffondere un’educazione alla raccolta differenziata: l’immondizia se differenziata correttamente ha ancora un immenso potenziale e può tornare a vivere sottoforma d’altri oggetti utili nella vita quotidiana.

Per info sull’iniziativa organizzata dal circolo Le Rondini di Anzio e Nettuno, inviare un’email a: anna.tomassetti@alice.it

Pagina facebook: www.facebook.com/groups/272019085835/?ref=ts&fref=ts

Tutti gli appuntamenti su www.legambiente.it