16 AGOSTO: COME AL SOLITO TUTTO ESAURITO

16 AGOSTO: COME AL SOLITO TUTTO ESAURITO

LO SPETTACOLO IDEATO E CONDOTTO DALLA ALLEGRA BANDA DI ‘FUORI I SECONDI D.O.C.’ CON IL COMICO ROMANO LUCIANO LEMBO, HA RIEMPITO L’ARENA DI VILLA ADELE – E’ stato il solito e preannunciato bagno di folla, quello che ha visto il 16 agosto a Villa Adele, lo spettacolo di Luciano Lembo ’80 voglia di ridere’.

Le premesse c’erano tutte, e la strategia di abbinare un artista valido, come il quarantasettenne comico romano, ad uno spettacolo a costo zero (anzi per dirla alla maniera dei due presentatori Fabio Pontecorvo e Andrea Serpa) a chilometri zero, vista la crisi che c’è, è risultato ancora una volta vincente.

Talmente vincente che anche questa volta, al momento dell’inizio dello spettacolo, la platea e le gradinate del teatro all’aperto, erano stracolme di persone, relegando agli ultimi arrivati, solo i posti in piedi agli angoli del palco.

Uno spettacolo che per due ore ha regalato una bellissima serata a cittadini e turisti, tenendoli incollati alle poltroncine, con una serie di risate e di applausi a scena aperta, nei momenti più esilaranti offerti da Lembo, che ha narrato, sempre nella sua maniera schietta, i momenti più comici della sua infanzia, dei suoi inizi professionali e delle sue disavventure amorose, contornandole dalle immancabili imitazione di cantanti, che gli hanno dato modo di far apprezzare anche la sua bravura canora, e di vari personaggi dello spettacolo.

A far da cornice e da intermezzo, alle sue battute e racconti, sono intervenuti i ragazzi della scuola di danza ‘Crazy School’ diretta da Roberta Vitiello, che si sono cimentati in 4 balletti, ed il gradito ritorno, in veste di ‘spalla’, di Annalisa Aglioti, anche lei reduce da Colorado Cafè, che per la seconda volta (lo aveva fatto anche l’anno scorso) ha calcato il palco di Villa Adele con le sue divertenti storie della ‘Moglie modello’, avendo modo, alla fine, di presentare anche la sua ultima fatica letteraria: ‘L’enciclopedia della moglie modello’, dove in maniera prettamente comica, presenta tutta una serie di consigli pratici alle donne per trasformarsi nel miglior desiderio degli uomini: “un elettrodomestico in perizoma”.

A fine spettacolo abbiamo avuto modo di incontrare Fabio Pontecorvo, uno dei due ‘patron’ della sella serata e chiedergli come sia nata, quattro anni fa, l’idea di questa manifestazione.

“E’ nata perché avevamo la voglia, dopo tanta radio, di esibirci in pubblico e metterci in gioco. La sfida è stata quella di coinvolgere, oltre alle Istituzioni comunali, anche degli sponsor per dare un regalo alla popolazione e ai turisti in un periodo in cui c’è tanta gente ad Anzio. Ci sono tanti spettacoli a pagamento, ci è venuta così, l’idea di inventarci qualcosa che potesse far sì che il cittadino, magari anche quello meno abbiente,  invece di starsene in piazza, potesse starsene seduto a Villa Adele, a godersi uno spettacolo teatrale a zero euro. La cosa nata quasi per gioco, è piaciuta ed abbiamo ogni anno una sempre maggiore adesione di sponsor, con il Comune che sembra aver gradito molto la cosa, anche perché è un buon ritorno di immagine per tutti, sia per noi di Radio Enea, che per il Comune stesso, che per gli sponsor che hanno una grande visibilità. La prima edizione venne fatta il 6 luglio del 2011, forse troppo presto come periodo… ma non avevamo ancora capito molto bene certi meccanismi… nonostante tutto con la partecipazione di Tiziana Foschi sul palco ci furono oltre 600 spettatori. L’anno dopo alzammo l’asticella e puntammo al 16 agosto, perché ci pareva la data giusta, subito a ridosso dl Ferragosto, nel momento più pieno della ‘stagione estiva’ anziate. Ci è venuta l’idea di far venire un cabarettista di fama, di quelli ospitati nei più importanti spettacoli televisivi come ‘Colorado Cafè’, ‘Zelig’… ed è cominciata quest’avventura che quest’anno è arrivata alla terza edizione e che come al solito, mi pare abbia avuto un grande riscontro. C’erano sicuramente più persone di quanto il teatro ne potesse contenere… tanti sono rimasti in piedi. Qualcuno dice: ‘E’ facile, per voi, lo spettacolo è gratis”. In parte, può anche essere vero, ma io credo che se un artista ti piace e ti coinvolge, lo vai a vedere anche se è a pagamento, e poi il teatro è un posto dove ci devi andare, con un certo comportamento, non è una piazza di transito, dove ci puoi anche stare, ma magari ascoltando disinteressatamente o parlando con l’amico… lì non c’è quella giusta atmosfera che si crea in un teatro. Se poi è gratis, la gente deve saperlo che c’è e lì, per creare l’evento e per pubblicizzarlo, c’è tutto un lavoro dietro che non potete immaginarvi. L’importante è stato, anche quest’anno aver dato ai presenti uno spettacolo valido, divertente… ringrazio sia Luciano Lembo, che la scuola di danza Crazy School   di Roberta Vitiello, che ha fatto da cornice, da intermezzo allo spettacolo con i suoi bellissimi balletti. Così come ringrazio Annalisa Aglioti, per il suo amichevole intervento”.

Insomma appena si sono spente le luci sulla bella serata passata, che per il presentatore di Radio Enea, è già tempo di progettare l’appuntamento per l’anno prossimo.

Un appuntamento che Fabio Pontecorvo ci dà al 16 agosto 2015: stesso location, stesso orario e stesse modalità: tutto gratis, sperando di poter portare quella sera (sponsor permettendo) più di un artista di successo sul palco.

“Sarebbe bello portarne molti” –ci dice il presentatore- “ma i costi sono quello che sono e bisognerebbe trovare altri tipi di sponsorizzazione”

Maurizio D’Erano